Le colline del Prosecco Superiore sono patrimonio Unesco, identificate come “Paesaggio Culturale”. Si tratta di un sito infatti originato dall’attività combinata di uomo e natura, generato da un processo vitale che si è evoluto nella storia. Agricoltura e cultura si sono organizzate in risposta alle caratteristiche di questo territorio, fragile e particolare.

Uomo e paesaggio si sono modificati a vicenda, le forme naturali delle colline che hanno imposto alle famiglie contadine una viticoltura eroica, fatta di perizia manuale e fatica.

Ma quando e come nasce il fenomeno del Prosecco? E’ l’occasione per scoprire come un territorio abbia modellato la propria storia eventualmente ascoltando anche alcune testimonianze.

Tappa obbligata l’Osteria senz’Oste, elemento importante del panorama sociale locale. Voluta dal macellaio e norcino Cesare De Stefani si trova in piena zona Cartizze. Qui si mangia e si beve servendosi da soli e lasciando un’offerta volontaria (con cifra suggerita) che corrisponde al prezzo di costo dei prodotti locali. La vista panoramica sulle colline e sulla pianura sottostante è notevole!